Come si fanno le anestesie dal dentista

le anestesie dal dentista

Sappiamo tutti che andare dal dentista fa paura. E’ noioso, non giriamoci intorno: anche solo farsi toccare può essere psicologicamente pesante.

In più possiamo avere dei ricordi di brutte esperienze o un preconcetto che nasce da un’idea (sbagliata) comune: dal dentista si sente male.

Scopo di questo articolo non è indorarti la pillola, la premessa è stata proprio nel dirti che so bene quanto sia poco simpatico venire da noi. Però vorrei raccontarti come l’anestesia in odontoiatria  ci permetta di fare cure confortevoli e per nulla traumatiche.

 

Il dentista, a differenza degli altri chirurghi, nel 99% dei casi lavora con un paziente sveglio, usando quindi “solo” l’anestesia locale. Questo rende tutto più complicato da una parte, ma anche meno rischioso dall’altra: sappiamo infatti che reazioni avverse causate da pochi millilitri di anestesia locale sono assai rari, quindi possiamo usarla con serenità.

Unici accorgimenti sono pazienti nel primo trimestre di gravidanza o persone con problemi cardiaci particolari, e in questi casi si usa un farmaco specifico.

Le molecole più usate sono lidocaina e articaina, associate con adrenalina. L’adrenalina serve da vasocostrittore, e senza entrare nei dettagli della farmacologia (che giustamente non ti interessa!) rallenta il flusso sanguigno nella zona da trattare bloccando quindi il “lavaggio” del farmaco. Rimane quindi nella zona più a lungo per dare il tempo al dentista di fare il suo lavoro.

 

Le anestesie locali possono essere di 5 tipi:

 

  • topica: un batuffolo di cotone bagnato con la lidocaina per addormentare la gengiva delicatamente, e sere a fare piccole cose (ad esempio staccare un dentino da latte che si muove molto)
  • plessica: si addormenta gengiva e dente in una zona ben precisa, e si usa ad esempio per fare otturazioni, devitalizzazioni ,estrazioni o impianti
  • intraligamentosa: si fa andare il farmaco nello spazio compreso tra dente e gengiva, per una anestesia profonda e poco fastidiosa. Io la faccio usando una macchina che si chiama anestesia elettronica
  • tronculare: si addormenta un ramo nervoso intero. Tipico il caso dei molari inferiori, che essendo circondati da un osso molto spesso e compatto non si riescono ad addormentare con una semplice plessica. In questo modo si blocca temporaneamente tutto il tratto nervoso interessato (ad esempio metà bocca nell’esempio appena citato)
  • intraossea: una tecnica particolare che uso con una specifica applicazione della anestesia elettronica

 

L’effetto che sentirai facendo l’anestesia è tipico, anche se cambia un po’ da zona a zona:

  • sensazione di gonfiore nella zona anestetizzata: è una sensazione, non si è gonfi per niente
  • sensazione di informicolimento
  • nell’ arcata superiore a volte può scendere una lacrimuccia o dare sensazione di naso tappato
  • le zone più noiose durante la somministrazione del farmaco sono la gengiva interna del palato
  • a volte esce un po’ di liquido quando si somministra ed è assai amaro. Aspiriamo sempre al massimo ma a volte sfugge qualche goccia: niente di male, ti faremo sciacquare non appena finito di dare l’anestetico.

 

Delle tecniche che servono a ridurre l’ansia e il fastidio di una seduta lunga possono essere la sedazione cosciente (in cui il paziente respira una miscela di gas rilassante) o l’ipnosi.

 

Esistono quindi ad oggi molte tecniche che ci consentono di curarti senza farti sentire dolore 🙂 

 

Se vuoi ascoltare questo articolo trovi una puntata dedicata nel mio podcast 🙂 

 

Puntata 11 del podcast Dal dentista senza paura!

 

 

Share:

Comments 2

Add Comment

    Hey! Quick question that’s totally off topic.
    Do you know how to make your site mobile friendly? My blog looks weird when viewing from my
    iphone 4. I’m trying to find a template or plugin that might be able
    to resolve this problem. If you have any suggestions, please share.
    Thank you!

      I’m sorry, but I don’t know how to help you. For my web site, a specialized webmaster takes care of this, maybe you should ask a professionist. Have a nice day!!