LA PRIMA VISITA DAL DENTISTA

La prima visita dal dentista è il momento più difficile per tutti. Lo so benissimo che non è semplice sedersi su quella poltrona, magari da bambino hai avuto brutte esperienze confermate poi da adulto.
LO STEREOTIPO DA FILM DEL DENTISTA è classico e scontato, ma per fortuna oggi non è più così.
 
I dentisti che hanno poco tempo, si chiudono dietro la loro mascherina, spiccicano due parole al massimo – buongiorno, buonasera – e poi ti dicono: – Apra!
E tu sgrani gli occhi, mente ti sdraiano su quella poltrona spesso scomoda e apri titubante la bocca.
 
Il dentista inizia accendendo una lampada  (spesso la mira è poca e te la punta dritto sugli occhi abbagliandoti manco fosse il 15 d’agosto alle spiagge bianche di Vada) e ti stiracchia la guancia con uno specchio. Intanto, la sua assistente ti piazza in bocca un aspiratore dal rumore sinistro, che matematicamente ti pizzicherà e non ti toglierà la sensazione di affogare.
Lui inizierà a dire dei termini sconosciuti, sparando numeri su numeri che neanche alle estrazioni del Lotto – carie sul 25, da fare terapia calare sul 16, tasca parodontale su 37 e 36, composito infiltrato su 45 e 44 –
 
A questo punto ti alzano, il dentista ti dice che devi fare un’ igiene orale,tre otturazioni e una devitalizzazione e che la signorina ti darà i vari appuntamenti. Ti ringrazia, sfila i guanti e fugge nell’altra stanza di corsa perché in ritardo.
 
Non è simpatico, magari hai aspettato 20 minuti in sala d’attesa, sei entrato rapidamente, il medico ti concede giusto questa bella occhiatina. 10 minuti e tanti saluti.
 
Ora, questo racconto forse è enfatizzato e stereotipato, ed è il retaggio di tempi passati.
Ad oggi i dentisti (italiani) non sono più così, ma dei grandi e seri professionisti.
So però che i pazienti che si rivolgono a me hanno TUTTI paura, e la paura nasce essenzialmente da qualcosa che non si conosce.

 

lo studio dove verrai visitato
lo studio dove verrai visitato

 

Sono convinto che la paura del dentista sia superabile proprio con una bella partenza, con una visita il più possibile accurata e approfondita. Credo, proprio da un punto di vista filosofico, che la prima visita sia un momento bellissimo di condivisione reciproca.
Siamo in due, con te che hai un problema e cerchi una soluzione, ed  io che devo capire i dettagli di quel problema per progettare la soluzione giusta.

Come un sarto prima di scegliere tessuti e tagli inizia col prenderti le misure, così io dedico tutto me stesso nel nostro primo incontro. Perché sarà qui e soltanto qui che potrà nascere quel rapporto di reciproca fiducia fondamentale per lavorare insieme.

 
Nella nostra prima visita inizieremo con il raccogliere tutte le informazioni sulla tua salute con la nostra segretaria Giulia, non per farci i fatti tuoi sia chiaro, ma perché attaccata alla bocca c’è una persona con tutte le sue caratteristiche e problematiche. E noi che  siamo medici  dobbiamo assolutamente garantire la tua salute e la tua sicurezza.
 
Ti faremo accomodare con calma nel nostro studio, e mi impegno a non farti attendere MAI in sala d’attesa. La nostra Michela ti accoglierà, e ci stringeremo la mano iniziando a conoscerci.
 
Mi sforzo di scrivere su questo blog e produco molti video per farmi conoscere da te prima, perché tu abbia tutte le informazioni necessarie per sceglierci in tutta serenità.
 
La visita si svolgerà con calma, ti farò delle foto che ti permettano di vedere i problemi che eventualmente ci sono, faremo se necessario delle radiografie e una scansione 3D della tua bocca.
 
NON PARLERÒ MAI IN DENTALESE, NON SENTIRAI MAI PAROLONI SCIENTIFICI INCOMPRENSIBILI.
 
Per me quindi spiegarti ogni dettaglio è il cuore della cura. È la mia più profonda e intima convinzione. Ti parlerò tanto, ti ascolterò ancora di più, perché credo che il consenso informato non sia un foglio scritto ma un rapporto di reciproco ascolto.
 
Insieme, e solo insieme, dopo la prima visita creeremo se lo vorrai il percorso di cura più adatto a te, e vedrai che grazie a un po’ di attenzione in più, a un ascolto continuo, a un atteggiamento il più possibile delicato, sapremo far scappare ogni paura del dentista!
 
Se vuoi conoscerci meglio e provare l’esperienza di una prima visita digitale, con un protocollo innovativo e ideato da me, chiamaci e parla con Giulia. Potrai così toccare con mano il nostro approccio differente e, se avrai la voglia, iniziare un nuovo percorso terapeutico.
 
Share:

Lascia un commento