Gli impianti dentali fanno male?

Gli impianti dentali

fanno male?

 

Inauguro con un po’ di emozione il nuovo blog del nostro studio, e inizio subito parlando dell’argomento che più mi sta a cuore: gli impianti dentali.

Ad oggi, è senz’altro la tecnica che più amo fare, perché mi consente di consegnare denti fissi (come quelli naturali) risolvendo il grave danno che è la perdita di un dente. L’impianto dentale altro non è che una radice artificiale, realizzata in titanio medicale, che rappresenta la base di ancoraggio per un moncone e la corona in ceramica. La corona in ceramica sarà il dente che vedrai in bocca, a simulare perfettamente quello che madre natura ci ha regalato.

Le domande che più frequentemente mi sento rivolgere sono se gli impianti dentali fanno male, quanto tempo durerà l’intervento e la loro resistenza negli anni.

GLI IMPIANTI DENTALI FANNO MALE?

 

La risposta è semplice: NO. Non sentirai il minimo fastidio quando andremo a posizionarli.

Dopo aver realizzato un’ANESTESIA ELETTRONICA INDOLORE, percepirai soltanto un informicolimento nella zona da curare e un lieve senso di gonfiore. Inizieremo quindi a praticare un piccolo taglietto sulla tua gengiva che sarà assolutamente impercettibile. Gli impianti dentali vengono inseriti nell’osso della mandibola, e creiamo lo spazio per accoglierli con un piccolo strumento rotante. Sentirai solo un po’ di vibrazioni e tanta acqua in bocca!

Te lo ripeto così non ci sbagliamo, GLI IMPIANTI DENTALI NON FANNO MALE!

Non fanno male quando li inseriamo, non fanno male dopo che avrai completato l’intervento. Consigliamo di prendere a bisogno un blando antidolorifico, ma posso assicurarti che TUTTI i miei pazienti non hanno il minimo fastidio post operatorio. Consigliamo di stare un po’ tranquilli, di riposarsi, ma di sicuro non starai rinchiuso in casa dal mal di denti!

A tal proposito voglio raccontarti un aneddoto davvero simpatico: mi è capitato circa 6 mesi fa di dover inserire due impianti a un nostro paziente. Bene, lui è stato così bene che il giorno stesso si è messo nel suo oliveto a potare piante su piante! Al controllo (che facciamo sempre a una settimana di distanza) viene in studio e mi dice: “sai Riccardo, è andato tutto bene, ho avuto solo un po’ di noia alle gengive, come mai?” Io stupito (perchè ripeto, non capita mai) gli chiedo di raccontarmi cosa aveva fatto dopo il nostro intervento, e lui candidamente mi racconta la sua impresa botanica!

Ecco, se non vuoi avere il minimo fastidio, magari evita sforzi da maratoneta e non imitare il nostro amico! (P.S. lui adesso sta benissimo, ha i suoi bei denti e può potare tutti gli olivi che vuole!)

 

QUANTO DURA L’INTERVENTO?

Dipende chiaramente da quanti impianti dobbiamo inserire, ma se ad esempio dobbiamo rimettere un solo dente, in 20 minuti abbiamo fatto. Quindi, oltre che indolore, è una tecnica davvero molto rapida.

 

CHE GARANZIA DI DURATA HANNO?

Gli impianti non si cariano come i denti naturali, però possono ammalarsi le gengive che li circondano. Si può formare la così detta peri-implantite, che altro non è che la piorrea degli impianti (la definizione farà sicuramente inorridire i miei colleghi, ma io non scrivo per i dentisti, scrivo per i miei pazienti, e voglio quindi usare termini comprensibili lasciando a casa paroloni scientifici che non servono a nulla).

Questo problema si può evitare facendo in studio dei controlli periodici con igiene orale annessa, mentre a casa dovrai usare spazzolino elettrico e scovolino. Tutto qui: se starai attento alla tua igiene non avrai problemi.

Inoltre, noi utilizziamo degli impianti italiani senza vite. In pratica, dentro il nostro impianto (che è la radice artificiale), troviamo uno spazio, una femmina, che deve accogliere un moncone in titanio.

Questo moncone farà da appoggio alla capsula in ceramica.

Bene, questo moncone nel 99% dei casi è collegato all’impianto per mezzo di una vite, e le viti hanno il vizio di allentarsi o di rompersi. Allentandosi, fanno penetrare i batteri tra il moncone e l’impianto e si forma così una tasca, dando origine alla peri-implantite di cui parlavamo dicevamo prima.

Negli impianti che usiamo noi invece la vite non c’è, e il moncone si blocca con un incastro cono morse all’impianto e da lì non uscirà mai. Non si sviterà mai e non entreranno mai i batteri. In pratica, è una vera e propria fusione a freddo, formando così un monoblocco impermeabile.

Non so se ti è mai capitato di avere una fila di bicchieri impilati uno sopra l’altro, e di fare grande fatica a staccarli: ecco, quella è la connessione conica.

Questo mi permette di darti una GARANZIA TOTALE su i tuoi impianti, a patto che tu segua le normali istruzioni di igiene orale e tu venga periodicamente a fare il “tagliando” con una bella pulizia.

Bene, spero di aver risposto a qualche tua domanda, se ne hai altre non esitare a scrivermi o a telefonare in studio per una prima visita.

Ciao, e un saluto dal Dentista Digitale!

Share:

Comments 4

Add Comment
  • Salve
    Ho 55 anni
    Ho ancora due denti da latte che adesso mi dondolano. I due canini
    Spopra ci sono quelli che dovevano venire giù..
    Dovrei fare anch’io un impianto..
    Il chirurgo mi ha appena tolto un solo dente sotto il palato.. Intervento durato quasi 3 ore.. L’anestesia a non ha fatto proprio effetto.. Ho visto le stelle dal dolore…
    Sono pentita di quello che devo fare

    • è strano, l’anestesia deve funzionare. il suo sembra un caso complesso di chirurgia, però si affidi al suo dentista, le darà sicuramente tutte le info del caso. un caro saluto

  • Oggi devo mettere due impianti dopo quest articolo non ho più paura. Grazie!!!

    • Grazie a lei!

Lascia un commento